Skip to content

The Walking Dead: Glenn è realmente morto?

L’ultima puntata di The Walking Dead ha visto la morte di uno dei principali protagonisti della serie, ovvero Glenn Rhee (Steven Yeun). La sua scomparsa non è stata però presa bene dal pubblico degli appassionati, tanto da spingere all’apertura di un vero e proprio dibattito sui social network.

Un dibattito derivante anche dalla scarsa chiarezza, probabilmente voluta, delle immagini incriminate. Se è vero che Glenn viene in pratica fatto a pezzi dai vaganti, allo stesso tempo non è abbastanza chiaro se si tratti della realtà scenica oppure di uno dei tanti colpi di scena cui ormai da tempo ci ha abituati una delle serie più appassionanti e controverse.

The Walking Dead è una fiction nata nel 2010, da un’idea di Frank Darabont basata sull’omonima serie a fumetti scritta da Robert Kirkman pubblicata da Image Comics. Le sue immagini crude e il massimo realismo hanno presto conquistato milioni di spettatori in ogni angolo del globo, naturalmente pronti ad affezionarsi ai personaggi della fiction, costantemente alle prese con i pericoli di un mondo rivoluzionato letteralmente dalle mandrie di vaganti, morti viventi appunto, che sono alla costante ricerca di esseri umani da divorare.

Nuove sorprese in arrivo?

Un dibattito, quello sulla morte di Glenn, rilanciato anche dalle recenti dichiarazioni di Norman Rheedus, l’attore che interpreta Daryl Dixon. Proprio lui, infatti, intervistato in merito agli successo The Walking Deadavvenimenti della puntata incriminata, ha affermato di avere avuto la stessa sensazione degli scettici rivedendolo.

Una affermazione che in effetti non dice molto, ma lascia aperta la porta ad un esito diverso da quella che ha sconvolto gli ammiratori di Glenn, personaggio estremamente positivo di The Walking Dead, per il quale è quasi impossibile non provare simpatia istantanea.

Va peraltro ricordato che ormai i personaggi rimasti in vita all’interno del gruppo capeggiato da Rick Grimes (Andrew Lincoln) sono sempre di meno. In pratica gli unici superstiti sono Daryl, Carl Grimes (Chandler Riggs), Carol Peletier (Melissa McBride) e Maggie Green (Lauren Cohan). Gli altri che li hanno affiancati in questi anni nel tentativo di sfuggire alla caccia continua dei vaganti, sono tutti morti nel frattempo, per l’ovvio dispiacere dei fans.

I motivi di un successo

The Walking Dead continua ad avere uno straordinario successo, nonostante sia ormai arrivato alla sua sesta stagione. Un successo derivante soprattutto dal carattere spesso filosofico dei motivi narrativi proposti, a partire dalla consapevolezza da parte dei protagonisti che il vero pericolo non è rappresentato in fondo dalle mandrie di vaganti in cerca di carne umana di cui cibarsi, ma dagli altri esseri umani.

Un pericolo derivante dalla regressione dell’umanità allo stadio in cui l’unico motivo per andare avanti è l’istinto di sopravvivenza.
Un motivo di nuovo proposto nelle ultime vicende, quelle che hanno come teatro la cittadina di Alexandria.

Proprio mentre Rick e i compagni cercano di eliminare il pericolo rappresentato da una enorme massa di vaganti che potrebbe presto abbattersi sul luogo, infatti, a metterne in pericolo la sopravvivenza sono altri superstiti il cui unico scopo è quello di eliminare qualsiasi traccia di esseri umani nella zona. Nelle prossime puntate la lotta tra i due vedrà probabilmente ulteriori sviluppi.

Published inVarie

Be First to Comment

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *