Salta al contenuto

Preservativi: marchi e caratteristiche, ecco la top 5 dei migliori

Vediamo insieme quali sono i brand più affidabili per comfort e sicurezza.

Quando si parla di contraccezione, si pretende la massima qualità e professionalità a riguardo. Il preservativo è probabilmente il più sicuro dei principali metodi contraccettivi. Ma quali sono i marchi più gettonati del mercato della contraccezione?

In realtà bisogna chiarire che, in termini di sicurezza, non esiste il preservativo migliore. Qualsiasi azienda di commercio deve sottostare alla direttiva dell’Unione Europea 600/96, la quale stabilisce i requisiti minimi di sicurezza dei preservativi, e la loro modalità di produzione.

Tali requisiti sono:

  • resistenza alle lacerazioni;
  • impermeabilità;
  • la capienza, di circa 18 litri;
  • ciascun preservativo deve essere testato tramite dispositivo elettronico.

Per non parlare delle tre caratteristiche fondamentali per un preservativo a norma di legge:

  • almeno 170 millimetri di lunghezza;
  • una larghezza compresa tra i 44 ed i 56 millimetri;
  • infine, uno spessore compreso tra gli 0,04 e gli 0,08 millimetri.

Cos’è in sostanza il preservativo?

Scopriamo insieme tutte le sue caratteristiche, per un rapporto sicuro e consapevole.

Il profilattico è costituito da una guaina, in lattice o materiale sintetico, che va srotolata e infilata sul membro maschile già eretto, avendo cura che il preservativo non sia danneggiato o scaduto. Il profilattico è forse il più efficiente tra tutti i contraccettivi, con tutti i vantaggi e gli svantaggi che ne derivano. Per esempio, il preservativo è facilmente reperibile online o nei distributori automatici, ma anche nei grandi supermercati e nelle farmacie. Come se non bastasse, non ha bisogno di prescrizione medica, ed il suo prezzo è piuttosto contenuto. Con il tempo, diversi studi hanno fatto in modo che, dall’uso del preservativo, si traesse sempre maggiore comfort e benessere, riducendo sempre più tutti i comuni fastidi derivanti dall’uso del preservativo.

Quali sono i principali marchi dei preservativi?

Conosciamo insieme i marchi migliori.

In questo paragrafo illustreremo la classifica delle cinque aziende più famose per qualità e varietà dei prodotti:

  1. Durex: è ufficialmente il marchio più famoso, a livello nazionale ed internazionale, difatti leader nel mondo. Durex nasce nel 1929, ed è un marchio appartenente alla multinazionale Reckitt Benckiser. Il nome del marchio è costituito dall’acronimo derivante delle tre qualità fondamentali del preservativo: “durability”, ovvero resistenza, “reliability”, ovvero affidabilità ed infine “excellence”, eccellenza. È il marchio principale del settore, vanta il merito di aver progettato il primo preservativo anatomico, il preservativo lubrificato, per evitare dolore all’uomo durante la penetrazione, ed anche il preservativo in materiali sintetici, per coloro i quali soffrono di allergie nei confronti del lattice. La gamma Durex propone diversi tipi di preservativi: anatomici, ritardanti, stimolanti. Sono i più reperibili.
  2. Control: al secondo posto, troviamo il marchio Control, azienda leader nel settore in Italia, Spagna e Portogallo. La particolarità di questo marchio è che valorizza il piacere proprio e del partner: sono stati messi in atto numerosi studi sul prodotto per cercare di massimizzare le sensazioni, per fare in modo che gli acquirenti possano vivere un rapporto completo ed intenso, oltre che sicuro. Come il marchio Durex, anche il marchio Control propone diverse tipologie di preservativi: ultrasottili, ritardanti, di diverse misure nominale, a seconda di ciascuna esigenza personale.
  3. Akuel: al terzo posto, citiamo Akuel, come Durex una delle prime aziende produttrici di preservativi. Questo marchio è sorto negli anni Settanta, ed assume un nome diverso a seconda della nazione in cui è stato esportato. In Italia, appunto, Akuel. L’orgoglio di Akuel è quello di aver saputo ascoltare i propri clienti, sondando (grazie ad alcune indagini di mercato) quali dovessero essere, secondo gli italiani, le caratteristiche ideali di un preservativo. I suoi primi tre prodotti furono introdotti grazie a tali indagini. Fu, inoltre, il primo marchio a valorizzare il dialogo di coppia, e a vivere la sessualità in maniera libera e senza vergogna.
  4. Esp: si tratta di un marchio di recente fattura, il suo acronimo, in realtà, vuol dire “EnjoyableSafePleasure”. Sorta solo nel 1987, in Malesia, i suoi prodotti vantano un design fresco e moderno, con un ottimo rapporto qualità-prezzo. Inoltre, pone particolare attenzione per l’ambiente e la natura: i suoi prodotti non contengono sostanze di origini animali, e rispettano tutte le varie normative che integrano efficienza e qualità del prodotto. I preservativi del marchio Esp sono esportati in tutta Europa, Asia e Sud America.
  5. Glyde: Sempre sull’onda del rispetto della natura, al quinto posto di questa top 5, troviamo Glyde. È un marchio di origine australiana, e produce preservativi con sostanze non testate su animali: praticamente è famoso per “il preservativo vegano!“. Infatti, questa speciale guaina è ottenuta grazie all’estratto di cardo, una proteina vegetale, simile alla caseina, la proteina del latte. Tuttavia, il “preservativo vegano” non ha nulla da invidiare al preservativo classico: se ne trovano di tutte le misure e tipologie!

Queste sono solo alcune delle aziende produttrici più famose, ma ne esistono molte altre. Tuttavia, occorre precisare che il preservativo perfetto non è quello del marchio più famoso, bensì quello che permette maggiore agio durante l’utilizzo, senza minimizzare la sicurezza o il piacere durante il rapporto. È fondamentale scegliere il preservativo più pertinente a noi.

Publicato inCuriosità

Sii il primo a commentare

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: